Prodotti

Passaggio all'allattamento al seno

Passaggio all'allattamento diretto al seno – Interventi di alimentazione al seno

Tempo di lettura: 4 min.

Offrire ai neonati ricoverati nelle UTIN la possibilità di ricevere stimoli durante la suzione non nutritiva al seno li aiuta a passare dall'alimentazione enterale all'allattamento al seno. Un efficace trasferimento del latte durante l'allattamento al seno è l'obiettivo principale degli interventi di lattazione, pertanto è necessario adottare misure accurate per garantire il raggiungimento di questo obiettivo.

Che cosa si intende con passaggio all'allattamento diretto al seno?

Con passaggio all'allattamento diretto al seno si intende il passaggio dall'alimentazione enterale al trasferimento efficace di latte direttamente dal seno.

Molti neonati delle UTIN non sono in grado di alimentarsi direttamente al seno alla nascita a causa dell'età gestazionale, dell'immaturità, delle morbilità neonatali associate e delle condizioni mediche.

Il passaggio dall'alimentazione enterale inizia precocemente grazie al contatto pelle a pelle con la madre e offre al neonato opportunità per i seguenti fattori:1-3 

  • Suzione non nutritiva (NNS)
  • Stimoli sensoriali orali al seno
  • Progressione verso la suzione nutritiva (NS)
  • Apprendimento graduale delle dinamiche di suzione dell'allattamento al seno


Perché è importante il passaggio all'allattamento diretto al seno ?

Le esperienze positive di allattamento al seno nelle UTIN sono fondamentali per il successo continuo dopo la dimissione.4

I neonati prematuri che hanno avuto la loro prima esperienza di alimentazione orale direttamente al seno hanno una durata più lunga dell'alimentazione con latte materno durante la loro permanenza nelle UTIN.5

La suzione non nutritiva al seno migliora il passaggio all'allattamento al seno per scopi nutrizionali ed è associata a una maggiore durata dell'allattamento al seno.2 Il monitoraggio delle esperienze al seno (NNS e NS) e dei volumi di trasferimento del latte consente:

  • alle madri di osservare i segnali di fame del bambino e iniziare ad allattarli al seno;
  • la valutazione accurata del trasferimento di latte tramite la valutazione del peso prima e dopo l'allattamento.6,7

Queste prassi sostengono l'avanzamento verso l'esclusiva alimentazione diretta al seno.

Per ulteriori informazioni, guarda il video "Valutare il peso di neonati prematuri e medicalmente complessi allattati al seno" di Barbara Haase PhD, MSN, CPNP-PC, IBCLC.


Come ottimizzare il passaggio all'allattamento diretto al seno

Avviare e monitorare in modo efficace la produzione di latte materno per valutare l'aumento di volume (volumi giornalieri ≥500 ml/giorno).

  • Supportare la NNS regolare e l'avanzamento alla NS non appena fisiologicamente appropriato.
  • Documentare gli eventi NNS e NS come pratica standard.
  • Sostenere il contatto pelle a pelle con la madre per >1 ora ogni volta.
  • Approvare la valutazione del peso come misura convalidata dei volumi di trasferimento del latte durante l'alimentazione al seno per:
    • registrare il volume effettivo di latte ingerito durante l'allattamento al seno;
    • adattare l'integrazione in base all'assunzione di latte;
    • sostenere il passaggio del neonato ricoverato nelle UTIN all'allattamento al seno completo prima della dimissione;
    • responsabilizzare e rassicurare le madri sulla fiducia nelle capacità di allattamento al seno e nel soddisfare le esigenze nutrizionali del loro bambino;
    • fornire una pianificazione individuale post-dimissione per supportare le madri che potrebbero dover continuare a estrarre il latte per mantenere la produzione.


Come monitorare il passaggio all'allattamento diretto al seno

Raccogliere i dati sulla frequenza della suzione non nutritiva e sulla qualità della suzione nutritiva (trasferimento del volume di latte).

Eseguire un monitoraggio e una valutazione mensili dei dati per misurare:

  • la percentuale di neonati che eseguono la prima poppata al seno;
  • la percentuale di poppate al seno che hanno un trasferimento di latte convalidato da un test di valutazione del peso;
  • la percentuale di neonati allattati al seno ≥ una volta al giorno per 7 giorni prima della dimissione e ≥6 volte al giorno per 48 ore prima della dimissione.

Controllare i registri su base mensile per esaminare i progressi, identificare e affrontare le sfide per migliorare il passaggio all'allattamento diretto al seno.

Articoli correlati

Articoli che possono essere di interesse

Iniziazione efficace

Risorse per una transizione di successo dall'ospedale a casa

Leggi tutto
Passaggio all'allattamento al seno

Contatto pelle a pelle: passaggio all'allattamento al seno

Leggi tutto
Benefici del latte materno

Farmaci e allattamento

Leggi tutto
Iniziazione efficace

Risorse per una transizione di successo dall'ospedale a casa

Leggi tutto
Passaggio all'allattamento al seno

Contatto pelle a pelle: passaggio all'allattamento al seno

Leggi tutto
Benefici del latte materno

Farmaci e allattamento

Leggi tutto